placca_basket.jpgLa costruzione del campo da basket e' da sempre differenziata a seconda del fattore copertura. I materiali che si possono usare nel campo coperto da pallone o tensostruttura non possono essere applicati nel caso di un campo soggetto alle intemperie, quindi realizzato all'esterno.

basket.jpg Suddividiamo quindi in due i tipi di campi da basket realizzabili: 

Campi da esterno (outdoor):

Le scelte dei materiali in questo caso sono ristrette praticamente ad una. In passato si e' pensato di adottare come suoluzione le mattonelle di asfalto pressato di colore rosso o grigio. Oggi questo tipo di materiale e' stato pressoche' abbandonato, e rimpiazzato dalle resine.

Sottofondo: Primo strato in misto di cava per uno spessore di 20/30 cm. a cui vengono date le pendenze necessarie. Successiva realizzazione di due superfici in asfalto, di cui la prima di tipo "Binder" e la seconda, piu' fine, di tipo "Tappetino", per uno spessore medio di 8/10 cm. A chiusura si usera' una miscela di asfalti liquidi speciali.

Manto: finitura realizzata con speciali resine addittivate con plastificanti, cariche minerali e pigmenti resistenti ai raggi UV. Tali pigmenti potranno assumere diversi colori e tonalita', a seconda della richiesta. 

Campi da interno (indoor):

Le possibili pavimentazioni realizzabili all'interno sono tre: resina colata in opera, il parquet, ed una terza soluzione che si va affermando e' quella di un tipo di manto in cloruro di polivinile calandrato.

Sottofondo: soletta realizzata in cemento armato dello spessore di cm. 15 circa